Seleziona una pagina

Dottor Domenico Alberti

Bio

Il Dr. Domenico Alberti è attualmente strutturato come Direttore della S.C. di Chirurgia d’Urgenza Vascolare ed Endovascolare dell’ Ospedale Belcolle di Viterbo.

Si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976 presso l’Università degli Studi di Perugia.

Assunto in servizio dall’ente Ospedaliero – Ospedale Civile “S.Maria” di Terni nel 1978 come Assistente Chirurgo addetto al sevizio di pronto soccorso, è stato Trasferito dopo alcuni mesi alla Clinica Chirurgica R diretta dal Prof. Luigi Moggi, dove in qualità di Assistente Ospedaliero si occupa di Chirurgia Generale e di Chirurgia Vascolare, svolgendo attività assistenziali, esegue interventi in elezione e in urgenza.

 

Nel 1980 Sotto la Direzione del Prof. L. Moggi, che destina il Prof. PG. Cao e il Dr. D. Alberti a svolgere mansioni di Chirurgia Vascolare, organizzava l’Ambulatorio per la diagnostica non invasiva delle malattie dei vasi ed esegue numerosi interventi di Chirurgia Arteriosa e Venosa, in elezione e in urgenza, partecipa altresì, coordinato dal Prof. PG. Cao all’attività scientifica del gruppo vascolare pubblicando su riviste nazionali.

Nel 1979 presso l’Università degli studi di Napoli consegue la Specializzazione in Chirurgia Vascolare. 

Presso la stessa Università nel 1985 consegue la Specializzazione in Chirurgia d’Urgenza e Pronto Soccorso.

Nel 1986, su proposta del Direttore della Clinica Chirurgica, Prof. G. Daddi, gli è attribuito l’incarico di Aiuto Chirurgo presso la stessa Clinica.

Nell’Aprile del 1987 risulta vincitore di concorso assumendo il ruolo del posto che ricopriva come incaricato.

Nel 1988 viene trasferito alla Patologia Chirurgica Diretta dal Prof. Sciannameo con funzione di aiuto.

Nel periodo 1988-1994 svolge attività di Chirurgia Generale con particolare dedizione alla Chirurgia d’Urgenza, eseguendo numerosi interventi, cura inoltre l’attività scientifica pubblicando numerosi lavori su riviste nazionali ed estere e partecipa in qualità di relatore a numerosi Congressi.

Nel Novembre 1988 consegue l’idoneità Nazionale a Primario di Chirurgia Vascolare

Nel 1989 consegue l’idoneità Nazionale a Primario di Chirurgia Generale con il massimo dei voti.

Nel 1989 con decreto ministeriale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 30.1.89 ottiene l’autorizzazione all’espletamento delle attività di prelievo di rene da cadavere a scopo di trapianto terapeutico.

Nel 1990 con atto deliberativo n.1013 del 12.04.90 gli venne assegnata L’unità Operativa di Chirurgia Vascolare afferente all’Unità Organica Patologia Chirurgica.

A seguito di selezione ex art.1 16 DPR384/90, è stato nominato responsabile del M.O. “Chirurgia Vascolare” nell’ambito dell’Istituto di Patologia Chirurgica con anzianità dal 1/12/90 e sino al 5.7.94 (del.n.1066 del 12.5.94 e n2356 del 28.10.94)

Dal 31/12/94, a seguito del riordino del Servizio Sanitario Regionale, è inquadrato,ai sensi degli art.15 e 18 , comma bis del D.L.gvo n.502/92,nel 1° livello dirigenziale (delib.n 82 del 24.3.95 e delib.n.843 4.9.95).Gli è riconfermata la responsabilità del Modulo “Angiochirurgia” con la diversa denominazione di “Chirurgia Vascolare”.

In qualità di Responsabile del M.O. di Chirurgia Vascolare ottiene dal Prof. G.Daddi, Direttore della clinica Chirurgica Generale e toracica, l’assegnazione di due collaboratori medici dirigenti di 1° livello con mansioni esclusivamente di Chirurgia Vascolare, e l’affidamento di dieci letti destinati ad accogliere pazienti affetti da malattie dei vasi.

Sotto la sua responsabilità il Modulo di Chirurgia Vascolare ha svolto attività assistenziale e scientifica mediante:

  • strutturazione di Ambulatorio per la diagnosi non invasiva delle malattie vascolare
  • esecuzione di interventi chirurgici:
    • Chirurgia Arteriosa
    • Chirurgia venosa in regime di ricovero beve
    • Chirurgia venosa in regime di Day Surgery
    • Interventi Complessi in collaborazione con altre equipe:
      • Chirurgia Toracica – Vascolare
      • lobectomia + aneurismectomia
      • riparazione lesione dell’arco aortico
      •  Ricostruzione vascolare dopo toracectomia
      • By-pass atrio dx vene anonime dopo pneumectomia intra pericardica
      • Chirrugia Ortopedica- Vascolare
      • Numerose rivascolarizzazioni di arti traumatizzati
      • NeuroChirurgia Vascolare
      • preparazione preventiva dei vasi extracranici

Dal 1994 al 1999 ha coordinato l’attività scientifica, nell’ambito della responsabilità affidatagli, organizzando numerosi incontri a carattere scientifico e Congressi, tra i quali:

  • La vasculopatia diabetica, Terni, 4 Novembre 1995
  • Chemioterapia locoregionale ad alte dosi con tecnica Stop Flow, Terni, 25 Maggio 1996
  • Convegno di presentazione del “progetto Terni aneurismi”,  Terni,1 Marzo 1997

Ha redatto:

  • linee guida di diagnosi e terapia delle varici degli arti inferiori

Ha presentato un progetto di studio Regionale con la collaborazione della Divisione di Chirurgia Vascolare Primario Prof. PG. CAO: progetto “Umbria Aneurismi” Proposta per uno studio di diagnosi precoce.

Con numerosi contributi e con la consolidata esperienza di Chirurgia Flebologica ha contribuito alla affermazione ed alla diffusione della Chirurgia Ambulatoriale in Italia.

Ha scritto in collaborazione con altri autori il capitolo “Diagnosis of deep venous thrombosis with pletismography and doppler ultrasound” del libro “Superficial and deep venuos diseases of the lower limbs-editeb” by M.Tesi,J.A.Dormandy. Pag.128-131 edizioni Panminerva Medica.

Ulteriore contributo scientifico è attestato dal capitolo: “L’organizzazione della Chirurgia Flebologica ambulatoriale ed in day-surgery”

Parte sedicesima del 11 volume dell’opera”flebologia e linfologia” curata da Prof. G.Mancini – Università Degli Studi di Siena. Pubblicata dalla UTET.

Nel 1997 ha partecipato in qualità di Tutors al VI,VII,VIII,Corso di Tecniche di Chirurgia Vascolare, IRCCS H. San Raffaele Chirurgia Vascolare – Milano.

Nel 1999 ottiene la Direzione dell’U.O. di Chirurgia Generale dell’Ospedale “S.Maria della Stella” di Orvieto.

In servizio in qualità di Direttore ha realizzato l’organizzazione del lavoro; ha potenziato l’attività degli ambulatori di Chirurgia Generale già esistenti istituendone altri sul territorio.

Ha strutturati ex novo gli ambulatori di Chirurgia Specialistica:

  • Chirurgia Toracica con attività di toracoscopia (in collaborazione con la Medicina Generale)
  • Chirurgia Vascolare e relativa diagnostica (in collaborazione con la Medicina Generale)
  • Chirurgia Oncologica
  • Chirurgia endocrinologia (in collaborazione con la Medicina Generale)
  • Chirurgia Senologica
  • Chirurgia Plastica e ricostruttiva

Verificata l’alta incidenza dell’emergenza-urgenza nell’attività della Divisione Chirurgica, ha chiesto ed ottenuto dalla Direzione Aziendale la variazione della nominazione dell’Istituto da Chirurgia Generale in Chirurgia Generale e d’Urgenza.

Ha strutturato il Day-Surgery secondo i dettami delle direttive Nazionali e Regionali.

Ha caratterizzato l’attività chirurgica eseguendo interventi di chirurgia generale e specialistica (vascolare, toracica d’urgenza, endocrino-chirurgica, chirurgia oncologica, chirurgia ginecologica) con notevole sforzo organizzativo e in collaborazione con il Prof. PG. CAO, Primario di Chirurgia Vascolare del Policlinico di Perugia, ha eseguito interventi di chirurgia endovascolari. Ha sviluppato la chirurgia laparoscopica

Ha stipulato convezioni con la scuola di specializzazione in Chirurgia Generale dell’Università degli Studi Perugia, accogliendo e seguendo in qualità di tutor gli specializzandi affidatigli.

Ha organizzato seminari di aggiornamento con i medici di base e convegni sulla Day-Surgery e Chirurgia Laparoscopica.

Nell’ottobre 2006 viene nominato alla Direzione della S.C. di Chirurgia D’Urgenza e Vascolare Ospedale di Belcolle con contratto di Direzione articolo 15 SEPTIES.

Nel periodo 2006- 2009 ha organizzato l’emergenza urgenza del Reparto ha implementato l’attività di chirurgia mini-nvasiva e intrapreso quella avanzata oncologica, implementando l’attività di chirurgia oncologica. Ha dato inizio alla chirurgia mini-invasiva vascolare effettuando interventi di endoprotesi che al momento rappresentano il 65% dell’intera attività Chirurgica vascolare.

Formazione:

  • laurea in medicina e chirurgia
  • specializzazione in chirurgia vascolare
  • specializzazione chirurgia d’urgenza
  • Idonetà Nazionale a Primario di Chirurgia Vascolare

Esperienze professionali:

  • Assistente Chirurgo addetto al sevizio di pronto soccorso – ASL DI TERNI
  • Assistente Ospedaliero presso la Clinica Chirurgica R diretta dal Prof. Luigi Moggi – Università Degli Studi Di Perugia
  • Aiuto Chirurgo presso la Clinica chirurgica Università di Perugia – Università Degli Studi Di Perugia
  • Responsabile del M.O. “Chirurgia Vascolare” nell’ambito dell’Istituto di Patologia Chirurgica con anzianità dal 1/12/90 e sino al 5/7/94 (del.n.1066 del 12.5.94 e n2356 del 28/10/94) – Università Degli Studi Di Perugia
  • inquadrato, ai sensi degli art.15 e 18, comma bis del D.L.gvo n.502/92,nel 1° livello dirigenziale (delib.n 82 del 24.3.95 e delib.n.843 4.9.95). Gli è riconfermata la responsabilità del Modulo “Angiochirurgia” con la diversa denominazione di “Chirurgia Vascolare” – Università Degli Studi Di Perugia
  • Direzione dell’U.O. di Chirurgia Generale dell’Ospedale “S.Maria della Stella” di Orvieto – Azienda Ospedaliera S. Maria – Terni
  • Direzione della S.C. di Chirurgia D’Urgenza e Vascolare Ospedale di Belcolle con contratto di Direzione articolo 15 SEPTIES – Azienda Sanitaria Locale Viterbo

Elenco prestazioni offerte presso il centro medico Santa Rosa

  • visite specialistiche di chirurgia vascolare e chirurgia generale
  • visite specialistiche angiologiche
  • eco color doppler carotideo e arti inferiori, anche altri in generale
  • interventi chirurgici in sede di stripping varici e di safenectomia

Prenota ora una visita con il Dottor Domenico Alberti

8 + 2 =